You are using an outdated browser. For a faster, safer browsing experience, upgrade for free today.
/ News / Japandi, ultima tendenza del 2018

Japandi, ultima tendenza del 2018

lo stile luminoso e naturale

Una delle ultime tendenze del 2018 nel campo dell’interior design è l’arredamento in stile Japandi.
Il japandi è la fusione di due diffente stili, uno di origine nipponica ed uno di matrice scandinava.
Entrambe le fonti da cui prende le radici il japandi si contraddistinguono per i tratti minimalistri, i colori molto chiari, i materiali naturali, gli spazi aperti. Al tempo stesso, se analizzate separatemente, le due correnti paiono incompatibili e profondamente differenti.
Il richiamo minimalista ereditato delle correnti a cui si ispira questo stile non va però a screditare il lato elegante e sofisticato che il japandi tende a sottolineare con una certa forza.
Il vetro infatti è impiegato in questo stile per legare insieme minimalismo, eleganza, spazi aperti e luminosi.
Per chi si avvicina per la prima volta a questo stile per l’arredo della propria casa è importante tenere a mente alcune piccole regole da seguire nella scelta della palette colori, materiali e nelle disposizioni degli elementi in modo da poter essere guidati da alcune linee stilistiche.
Anche se il colore dell’anno è l’ultraviolet, non ci si può basare su questa tinta per realizzare il campionario dei colori utilizzabili. Sono preferibili colori neutri, già presenti in natura come per esempio quelli freddi e luminosi tipici dello stile scandinavo, da mettere in contrasto con quelli caldi ed accoglienti di tradizione giapponese. Nello specifico si tratta di: verde smeraldo, menta, avorio, blu, rosa pastello e grigio.
Il tutto può essere accompagnato da elementi in legno per dare un po’ di colore e rafforzare ultriormente il collegamento con la natura. Per il legno ci si trova davanti ad una personale scelta stilistica: se si desidera spingere sulle tinte fredde ed eleganti si opta per un bianco scandinavo, al contrario, se si vuole godere di toni più caldi ed avvolgenti, tipici della cultura nipponica, è invece preferibile scegliere legno scuro.
Per utilizzare comunque il moderno e dinamico ultraviolet si consiglia di scegliere piccoli elementi d’arredo come candele, soprammobili e simili, in modo da generare pochi e soppesati spot colorati alla moda e semplicemente sostituibili nel momento in cui varia la tendenza.
La luce naturale è importante che possa pervadere l’abitazione attraverso ampie finestre, tendaggi leggeri e pareti in vetro nella suddivisione di alcuni spazi della casa. La consistenza presenza del vetro è la sintesi perfetta del connubio tra minimalismo ed eleganza di cui il japandi è promotore.
I tessuti presenti sono in materiali naturali ed eleganti come il raso e la seta, in grado di dare luce all’ambiente con stile, ma non manca la juta grezza, per creare un contrasto che dona movimento agli spazi e sottolinea ancora una volta il forte legame con la natura.
L’arredamento in stile japandi non prevede l’impiego di molti accessori o complementi di arredo.
Questo perché la linea guida è sempre indirizzata verso una semplicità e funzionalità pragmatica.
I tratti essenziali sono i caratterizanti degli elementi che sempre devono rispondere alle regole base della luminosità, della freschezza, della lucentezza in dialogo con la natura.
L’ambiente, nel complesso, deve risultare rilassante e leggero, dove mobili versatili che rispondono a più funzionalità si alternano a componenti di design dall’eleganza spiccata.


Contattaci per info e preventivi


CAPTCHA
Concedo il consenso * Iscriviti alla newsletter
Informativa estesa sull'uso dei cookies